Comune di Villamar

piazza Prazza de Corti 1 - 09020
Tel: 070 9306901 - E-mail - PEC

panorama allargato

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Murales

VILLAMAR: MURALES

L’arte muralistica nel ns. paese si è sviluppata verso la seconda metà degli anni ’70.

I promotori di tale iniziativa sono stati i pittori locali Antioco Cotza, insieme ad un suo amico Cileno, Alan Joffré, esule politico, ospite in quel periodo del Sig. Antioco Cotza, e Antonio Sanna.

L’aspetto di Villamar, in poco tempo, cambiò radicalmente: perse il suo aspetto grigio e anonimo e assunse colore e vivacità.

La realizzazione dei murales era solo un aspetto del risveglio sociale e culturale che si stava verificando in paese.

Fu nel 1976 che si ebbe il ricambio dell’Amministrazione Comunale con l’avvento di persone giovani, cariche di entusiasmo e di voglia di cambiare, che si attivarono maggiormente le sezioni dei locali partiti politici, che si costituirono associazioni culturali e fu in quegli anni che si svilupparono attività culturali quali mostre, dibattiti, concerti etc.

Villamar era conosciuto come un paese vitale e pieno di positivi fermenti. I turisti di passaggio per Barumini e la Giara, attratti e incuriositi dai murales, si fermavano finalmente anche nel ns. paese, avendo così l’opportunità di conoscere altri ns. tesori quali la chiesa di San Pietro e il retablo del Cavaro.

I murales realizzati sono principalmente di due generi diversi.

Quelli eseguiti da Cotza e dai suoi amici, con colori vivaci e forti sono solitamente di denuncia sociale e rappresentano particolari momenti e avvenimenti storici locali e mondiali.

Quelli realizzati da Sanna, spesso rappresentano paesaggi, località, usi e costumi scomparsi del paese.
 

Primavera

Aggiornato il: 31 maggio 2010
|